..direi variedeventuali..

..se non fosse che variedeventuali è un titolo ancor più di merda di "di quella volta che ho orinato in chiesa", non tanto perché sia brutto orinare in chiesa, che voglio dire, anche una chiesa ce l’avrà il suo gabinetto, non credo che il parroco se la tenga per ore, magari non la farà durante la messa, che starebbe male interrompere dicendo "scusate, ma devo andare un attimo di là", che poi se lo fanno le persone a teatro quando squilla il cellulare, che l’altra sera il cattivo di Beverly Hills si è anche scazzato quando a uno spettatore è partita la suoneria, non vedo perché non dovrebbe farlo il prete, ma comunque stavamo parlando del fatto che le chiese dovrebbero avere il gabinetto, visto che ce l’ha anche il dottor Caligari, solo che lui non ce l’ha in chiesa, o almeno così pare, ma qualcuno giura che lo studio del dottor Caligari abbia all’ingresso una croce grossa così, ma nessuno gli dice niente perché non è una scuola pubblica, anche se ogni tanto l’ho visto io che ci porta delle studentesse, specie verso il tardo pomeriggio, ma comunque non volevo mettermi a discutere anch’io di questo fatto del crocifisso a scuola, che mi pare che lo abbiano già fatto in troppi, compresi quelli che proprio non ce li vedo a incarnare i valori cristiani, ma che chissà perché sono sempre i primi a schierarsi, anche se la frase "quelli che non rispettano i valori cristiani devono morire" sarebbe da scriversela su una maglietta da tanto è bella, quasi come "uccidere in nome della pace", o "Il mondo si divide in due categorie: i geni e quel che dicono di esserlo. Oggi è martedì", che devo ammettere di non averla mai vista addosso a nessuno, e io stesso, quando ho cercato di proporla a uno stilista, sono stato cacciato in malo modo, ma è che al giorno d’oggi nessuno apprezza più il vero umorismo surreale, e ci si riduce a ridere di cose che una volta erano bollate come sottostronzate, tipo quello con la giacca con le toppe che ieri sera ho intravisto a uno di quei programmi che dovrebbero far ridere, che la battuta più bella di tutto il suo repertorio è stata "le gambe mi facevano Puccini Puccini" e non giacomo giacomo "perché non siamo ancora in confidenza", che se uno l’avesse proposta in terza media sarebbe stato bollato per tutta l’adolescenza come uno stazzo, e allora capisci perché la tele l’accendo solo per giocare a call of duty, perché è l’unico modo che ho per ammazzare quelli che ci stanno dentro, anche se adesso con l’avvento della wii ho abbandonato gli obsoleti sistemi filoguidati per immergermi nel gore di manhunt 2, dove vado in giro armato di mazze ferrate e seghe circolari e sbudello i cattivi con un gran smanacciare che incute timore in chi mi sta vicino, che prendersi il telecomando bello pesante della consolle sul naso non è un’esperienza che si raccomanda, e pare che neanche ti faccia diventare più bravo ai videogiochi, che l’esperienza non è cosa che si trasmette per via epidermica, tuttalpiù le malattie. Pare in ogni caso che presto avrò altro di cui dilettarmi, che nel genetliaco del figlio dell’amante della cugina della moglie del padre di Giovanni Battista dovrei ricevere un netbook dal figlio del marito della madre della moglie del padre del cugino di mia sorella, e già mi figuro di portarmelo dovunque anche nel cesso dell’aereo per l’Olanda dove, al riparo da hostess malintenzionate, potrò accenderlo e scrivere il mio diario di viaggio, e magari pubblicarlo pure, che tutte le volte ne faccio uno e poi mi resta sparso per quaderni dalla copertina nera simili a moleskine ma taroccati che costano la metà e durano il doppio, in culo pure a Brusscètuin, che poi son sicuro che quando se le comprava lui erano fatte bene, mica come ora, ma ora cosa c’è che è fatto bene, so mica io, sta andando tutto a sfascio, la politica, la sanità, il Paese intero, e pure questo post, che quando ti metti a parlare di piovegovernoladro vuol dire che è ora che basta.
Comunque io in chiesa alla fine non ci ho mica orinato.
 

Pubblicato da

spassky

Pablog è l'identità segreta di uno scrittore premiato con un paio di nobel alcuni anni fa, ma di cui non si vanta in giro perché il primo l'ha ricevuto per un disguido postale e il secondo come riconoscimento per aver restituito il primo al suo legittimo proprietario. Però un giorno ne riceverà uno per il suo lavoro, ne è certo. Solo che sarà il nobel per la medicina.

4 pensieri su “..direi variedeventuali..”

E dimmelo, dai, lo so che ci tieni