agosto blog mio non ti conosco

cellulinoTempo di acquisti avventati, mi sono comprato un cellulare nuovo quando il vecchio ho deciso che non se ne poteva più di vederlo ignorare le conversazioni e chiudermele in faccia. Già che c'ero l'ho scelto fico, schermo tattile, applicazioni da scaricarci dentro, navigatore se mi venisse voglia di diventare marinaio, radio, che nel vecchio mi è mancata un casino, specie ai matrimoni di amici combacianti con le partite del Genoa. Non è l'aifon, non ce li spendo tutti quei soldi per un telefono, e non è il suo rivale di google, che peraltro mi sarebbe molto più simpatico, è un cugino povero che assolve comunque molto bene le sue funzioni, e pazienza se per scrivere un messaggio devo riempire lo schermo di ditate.

san lorenzo

Ho parlato di acquisti al plurale, giusto? E infatti non è stato solo il mio lato nerd ad aver ricevuto soddisfazione, ieri sera ho recuperato dai cinesi di Sottoripa un comodo cavalletto per la macchina fotografica, che mi tornerà utilissimo nelle imminenti ferie vista Atlantico.

Il terzo acquisto soddisfa invece il Pablo più istintivo, quello legato a doppio filo con le passioni sanguigne e plebee, e me lo userò stasera per entrare a Marassi. Forza vecchio Grifo!

nord
 

Parlando d'altro, il mio fan club su facebook ha raggiunto quota 51 fra amici, simpatizzanti e molestatori, a cui devo aggiungere la ventina che mi segue su tumblr. Non siamo ai livelli degli iscritti ad ARTErnativa, ma per qualcosa che aggiorno di rado non c'è male, fa venir voglia di rimettersi a lavorare con costanza. A proposito, il mio romanzo è di nuovo fermo, ma stavolta non è per mancanza di ispirazione, sono le vacanze estive a tenerlo inchiodato.

2 Comments

E dimmelo, dai, lo so che ci tieni