direttamente da Cannes

bannerANSA – Il pensiero di Juliette Binoche al regista iraniano incarcerato dal regime di Teheran Jafar Panahi, la vittoria di Elio Germano, migliore attore ex aequo con Javier Bardem, dedicata con polemica «agli italiani che fanno di tutto per rendere il paese migliore nonostante la loro classe dirigente» e le colorate formose strabordanti spogliarelliste di Tourneè di Mathieu Amalric. Questi i momenti da ricordare della cerimonia di chiusura del festival di Cannes che ha laureato il fantasioso film del regista thailandese di culto Apichatpong Weerasethakul, Oncle Boonmee who can recall his past lives (lo zio Boonmee che può richiamare le sue passate vite), appena acquistato per l’Italia dalla Bim.

– Can you really recall your past lives?
– Sure! With the recall button of my mobile phone!
– And what do they tell you when you recall them?
– Well, nothing. They’re.. you know.. dead.

Pubblicato da

spassky

Pablog è l'identità segreta di uno scrittore premiato con un paio di nobel alcuni anni fa, ma di cui non si vanta in giro perché il primo l'ha ricevuto per un disguido postale e il secondo come riconoscimento per aver restituito il primo al suo legittimo proprietario. Però un giorno ne riceverà uno per il suo lavoro, ne è certo. Solo che sarà il nobel per la medicina.

2 pensieri su “direttamente da Cannes”

E dimmelo, dai, lo so che ci tieni