certe volte non si limitano a toglierti il saluto..

LOURDES, UCCIDE MADRE A COLPI DI CROCIFISSO

PARIGI  – Credeva di essere il diavolo e così una donna di 34 anni ha ucciso la madre di 81 colpendola con un crocifisso e una lampada: è successo la notte scorsa nella città mariana di Lourdes, in Francia, una delle principali mete per i pellegrini cattolici di tutto il mondo. E’ stata la stessa donna a chiamare i soccorsi dopo aver colpito a morte la madre. Al loro arrivo gli agenti di polizia l’hanno trovata ricoperta di sangue, inginocchiata accanto al letto dove si trovava il corpo straziato dell’anziana: "ho avuto delle visioni, ho creduto di essere il diavolo, di essere il male", ha tentato di spiegare la donna poi ricoverata all’ospedale psichiatrico di Tolosa. Madre e figlia, entrambe molto credenti, in base a quanto riferito dagli inquirenti, si erano trasferite due anni fa a Lourdes, dove la Vergine è apparsa, secondo la tradizione cattolica, alla pastorella Bernadette Soubirous. Le due donne vivevano in un piccolo appartamento con le pareti interamente ricoperte di crocifissi e oggetti religiosi.

Pubblicato da

spassky

Pablog è l'identità segreta di uno scrittore premiato con un paio di nobel alcuni anni fa, ma di cui non si vanta in giro perché il primo l'ha ricevuto per un disguido postale e il secondo come riconoscimento per aver restituito il primo al suo legittimo proprietario. Però un giorno ne riceverà uno per il suo lavoro, ne è certo. Solo che sarà il nobel per la medicina.

12 pensieri su “certe volte non si limitano a toglierti il saluto..”

  1. è meraviglioso, giornalisticamente parlando, ovviamente….

    questo non c’entra niente, ma l’ho letto oggi sul sito de “il giornale”, e non è un fotomontaggio….

  2. E volete sapere il particolare macabro? Anche la figlia omicida è stata ritrovata morta in un ospedale psichiatrico…stavolta il diavolo ha fatto la pentola e pure il coperchio…

  3. allora buona Pasqua! dove sei stato questi ultimi tre giorni? me lo chiedo da quando avevo sette/otto anni. alcuni bambini dicevano: “All’Inferno” ma la suora li sgridava.

E dimmelo, dai, lo so che ci tieni