il tremendo inizio di Mostrazzi!!

bannerLa prima cosa che notarono, appena riaprirono gli occhi, fu che non si trovavano più nella loro stanza confortevole, davanti al computer, ma in una cella rotonda, buia e umida, dal soffitto molto alto.

Una porta dall’aspetto solido chiudeva l’unica via d’uscita, e di fronte ad essa , ad alcuni metri da terra, una piccola finestra dominava la stanza.

Solo in seguito si accorsero della presenza di persone insieme a loro. Si guardarono e si contarono, confusi.

“Dove siamo?”, chiedeva uno. “Ma che posto è questo?”, “Come siamo finiti qui?”

In una situazione normale si sarebbero forse presentati, ma quella non era affatto una situazione normale, occorreva uscire prima di tutto da quella prigione. Una delle donne del gruppo, quella che odorava di tabacco da pipa, si avvicinò alla porta, la spinse, e sentenziò:

“Di qui non si esce, è chiusa”.

Lo spilungone replicò con tono saccente:

“Perché non provi a tirarla?”.
“Forse perché non c’è la maniglia, genio!”, gli rispose in malo modo quella.

Neanche due minuti che si trovavano lì e già il loro rapporto andava incrinandosi. Forse non sarebbero sopravvissuti a Mostrazzi..

Una voce dall’alto li distolse dai loro pensieri.Kobayashi

“Benvenuti a Mostrazzi!

Un uomo li stava osservando dalla finestra. Indossava una giacca elegante, e il suo viso dai lineamenti vagamente orientali non lasciava trapelare alcuna emozione.

“Sono l’avvocato Kobayashi, sono stato incaricato di illustrarvi alcuni aspetti del gioco, per permettervi di muovere i primi passi.”
“L’Avvocato Kobayashi!”, disse il tizio biondo, “lavora per Keiser Soze!”
“Non più”, rispose l’avvocato, “alla lunga mi sono reso conto che non era abbastanza cattivo per i miei gusti, e sono passato alle dipendenze di un vero farabutto.”

La vociona di una donna interruppe quell’amena conversazione:

“Dicci chi sei e perché ci hai portato qui!”

“Chi sono ve l’ho già detto, sono l’Avvocato Kobayashi, e non sono stato io a portarvi qui, ma il mio padrone, quando avete accettato di giocare a Mostrazzi.”
“E’ un gioco questo?”, chiese un’altra donna piccoletta, “E dov’è il tabellone? E i dadi? E le casette?

“Ho detto un gioco, ma non Monopoli”, rispose l’avvocato scrutandola severo, “In questo gioco non ci sono fiaschi, né candele o paperelle. Le pedine sarete voi, e il mondo di Mostrazzi il vostro tabellone. Dovrete muovervi attraverso di esso, affrontando i mille pericoli che incontrerete, e potrete contare solamente su voi stessi. Di tanto in tanto vi verranno proposte delle situazioni, e voi dovrete decidere cosa fare. Ma dovrete scegliere bene, perché il vostro comportamento potrebbe fare la differenza fra la vita e la morte.

“Non ho capito”, disse l’altra donna, quella che era rimasta in un angolo senza parlare.

“Te lo spiego subito”, rispose l’avvocato, e con un gesto indicò la porta, che si spalancò di botto.

orcazzo!L’intero vano dell’uscita era ostruito da un orco gigantesco, dalla pelle verde, con due mani enormi che brandivano un’ascia. Entrò nella stanza urlando, e si mise a mulinare l’arma, chiaramente intenzionato a macellare qualcuno.

“Orca loca!”

Puttanazz..
“Aaahh!!!!”
“Minchia!
“Ma non potevi startene zitta, mannagg..”

 

Dalla sua finestra, l’avvocato Kobayashi lanciò un’ultima occhiata ai poveretti nella cella, e prima di scomparire nell’oscurità disse loro: “Decidete, se volete vivere”..

32 Comments

  1. IDEA…potrei stordire l’orco facendogli annusare l’odore del fumo della mia pipa! E nel frattempo qualcuno lo colpisce con un pugnazzo e poi gli rubiamo l’arma e lo mazziamo! Chi ci sta?

    Rispondi

  2. Visto che si sa che gli orchi non sono particolarmente svegli, intanto che quello è entrato a far casino nella stanza noi tutti ce la svingamo dalla porta, poi quando l’ultimo di noi è uscito ce la chiudiamo alle spalle, scoprendo che è una di quelle porte che si apre solo dall’esterno. Tipiche dei giochi di ruolo con gli orchi abbelinati.

    Rispondi

  3. Visto che si sa che gli orchi non sono particolarmente svegli, intanto che quello è entrato a far casino nella stanza noi tutti ce la svingamo dalla porta, poi quando l’ultimo di noi è uscito ce la chiudiamo alle spalle, scoprendo che è una di quelle porte che si apre solo dall’esterno. Tipiche dei giochi di ruolo con gli orchi abbelinati.

    Rispondi

  4. http://ilpia[..] L’ho fatto: mi sono tolta da facebook e ho anche stirato una montagna di roba. Ecco una serata costruttiva per me e per gli armadi di casa. Sono una persona ossessiva con qualche linea di fanatismo. Non mi riesce di controllarmi, credo sia uno dei miei [..]

    Rispondi

  5. http://ilpia[..] L’ho fatto: mi sono tolta da facebook e ho anche stirato una montagna di roba. Ecco una serata costruttiva per me e per gli armadi di casa. Sono una persona ossessiva con qualche linea di fanatismo. Non mi riesce di controllarmi, credo sia uno dei miei [..]

    Rispondi

  6. Beh è facile, Marzia, quello non è un orco ma l’amministratore delegato delle coca cola…Ed ecco Marzia che muta in SuperHulkComandate e con il colpo chetismazzodallemazzatetimordotisderenotiprendolanocedelcapocollo
    Polverizza il malcapitato orco…

    Rispondi

  7. Beh è facile, Marzia, quello non è un orco ma l’amministratore delegato delle coca cola…Ed ecco Marzia che muta in SuperHulkComandate e con il colpo chetismazzodallemazzatetimordotisderenotiprendolanocedelcapocollo
    Polverizza il malcapitato orco…

    Rispondi

  8. ognuno ha detto la sua? No manca Lara. Quando si sarà degnata di farci sapere la sua tattica, invece di mandare catene di sant’antonio, potremmo votare la più consona per disfarci dell’orco.

    Rispondi

  9. ognuno ha detto la sua? No manca Lara. Quando si sarà degnata di farci sapere la sua tattica, invece di mandare catene di sant’antonio, potremmo votare la più consona per disfarci dell’orco.

    Rispondi

  10. in realtà non so come funzioni. Ho solo provato a dire la mia ma per quanto mi riguarda l’orco ha già subito il fascino del profumo del tabacco. Lo vedo li steso per terra agonizzante. Dovrei lavarmi i vestiti più spesso.

    Rispondi

  11. in realtà non so come funzioni. Ho solo provato a dire la mia ma per quanto mi riguarda l’orco ha già subito il fascino del profumo del tabacco. Lo vedo li steso per terra agonizzante. Dovrei lavarmi i vestiti più spesso.

    Rispondi

  12. Avete presente il film Cube?
    Moriremo tutti!!!

    Preso sempre più dal panico finisco Panchin agonizzante a terra e comincio a prendermela con Hardla che cerca riparo dietro all’orco!

    Rispondi

  13. Avete presente il film Cube?
    Moriremo tutti!!!

    Preso sempre più dal panico finisco Panchin agonizzante a terra e comincio a prendermela con Hardla che cerca riparo dietro all’orco!

    Rispondi

  14. eh cara marzia, su facebook ad esempio mi sarebbe arrivata una mail per avvertirmi che il gioco era iniziato e sarei subito corsa e vi avrei liberato con una nuvoletta di drago (ho mangiato un pò pesante)…non è una catena di sant’antonio quella, non ti porta sfortuna se la interrompi, diventi solo molto ma molto più antipatica :o)

    Rispondi

  15. ho ricevuto una mail dall’orco (lui non si è cancellato da facebook per fortuna) dice che si scusa con tutti, ma esce dal gioco, dopo l’odore di pipa e la nuvoletta di drago proprio non gliela fa, non sa se la domanda valeva anche per lui ma risponde lo stesso: Voglio vivere

    Rispondi

E dimmelo, dai, lo so che ci tieni